Tutti hanno bisogno di credere in qualcosa

Oggi la scena è tutta per la Martulina Coraggiosa, ovvero l’alter ego femminile di Dioniso Pellegrino, la quale è stata folgorata da un’esperienza dei sensi e ce la vuole raccontare. Ecco le sue parole:

Tutti hanno bisogno di credere in qualcosa. Io credo che mi farò una birra!

E’ stata un’ispirazione improvvisa quella di mangiare, mercoledì sera, al Birrificio di Cagliari di via Newton: l’unico brewpub della Sardegna. La serata era pungente al punto giusto e, lasciando alle mie spalle il freddo all’entrata del locale, mi ci sono letteralmente tuffata dentro tanto che credo di aver colto per un momento il senso profondo della consuetudine del pub così radicata nei Paesi del Nord. Il calore è proprio parte integrante di tutta la struttura:un’ampia sala con tavoli di legno, mattonelle rosso/arancio, enormi tini in rame dove riposa la birra e profumo di pasti caldi che invadono l’ambiente. Potete immaginare, essendo uscita alle 22 dal lavoro, come fossi agguerrita. La compagnia poi, mi incoraggiava vivacemente. La scelta della birra è cascata quasi a colpo sicuro: Stampaxi, “una rivisitazione della classica Weizen” si legge sul sito. “Birra molto dissetante e rinfrescante, dal colorito torbido; ha aroma fruttato, un profumo intenso e un carattere speziato”. Squisita riassumo io. Ogni birra è una dedica appassionata alla Città: Biddanoa, una birra chiara e leggera perfetta come aperitivo; la stout Casteddu e poi ancora la Sant’Elia e con questa credo di averle citate tutte. Se siete più coraggiosi (e guardate che io sono la Martulina Coraggiosa) o meno decisi di me potete ordinare il Tagliere degli assaggi: per 4 euro vi ritroverete sotto il naso dei bicchierini assortiti di ciascun tipo di birra prodotta.

La cucina merita quanto la birra: impossibile dividerle! L’ha capito anche il cuoco che vi proporrà delle prelibate specialità cucinate con le birre della casa. A chi voglia solo “smurzire” e qui uso il virgolettato perché le porzioni sono davvero generose consiglierei l’Antipasto birraio: praticamente un piccolo museo per cultori del formaggio. Menzione speciale alle crocchette di patate. Unico microscopico neo: non c’è nessun lavandino nell’antibagno. Ma queste sono osservazioni da signorine…Il locale è piuttosto ben frequentato (buon segno!) ma potete prenotare la vostra serata anche riempiendo il form che trovate sul sito.

Grazie Martulina per il tuo contributo!

Annunci

Informazioni su Valerio Caddeu

Edonista, critico, fotografo dilettante, viaggiatore, artista fallito, sportivo incostante, cittadino del mondo con la Sardegna nel cuore.
Questa voce è stata pubblicata in Birra, Cucina, Ristoranti e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...