Quanto è bella Cagliari

Il Porto Sicuro

Passeggiare al porto, a Cagliari, come i personaggi di Il quinto passo è l’addio di Sergio Atzeni, e magari, come loro, infilarsi tra le vie strette della Marina, salire sul colle di Sant’Elia o riscoprire il Poetto fuori stagione.

Ci avete mai fatto caso ai turisti, al pomeriggio, che dopo pranzo sotto i portici di via Roma sorseggiano cappuccini invece che caffè? Un po’ li capisco, non sono abituati all’espresso italiano, e magari hanno coscienza del fatto che un buon cappuccino può dare un senso a tutta una giornata. E non è detto che lo si debba prendere solo al mattino, per colazione: a parte l’immediato dopo pranzo, ogni ora è buona se il cappuccino merita.

A Cagliari c’è l’imbarazzo della scelta: sarà l’acqua, sarà l’aria, sarà la mano dei baristi, o forse il latte, o meglio la combinazione dei fattori. La mia personalissima scelta, se mi trovo dalle parti del porto, ricade senza dubbio sullo storico Caffè Svizzero, sul Largo Carlo Felice, appena dopo palazzo Bacaredda (quello bianco con le due torri che vedete sulla foto, sede del Municipio). Da tempo questo bar raccoglie consensi su tutte le riviste del settore e i libri che si occupano della materia bar, per l’ottimo servizio, l’ambiente elegante e l’altissima qualità di tutte le proposte. A differenza del vicino Delizia, in via Crispi, il Caffè Svizzero non produce pasticceria, ma si avvale di ottimi fornitori. E’ uno dei pochi posti in città in cui potete trovare i biscotti Walkers, varie etichette di champagne, i cioccolatini di Venchi e altre cose raffinate, specialmente adesso, sotto le feste.

Ma io non ci vado per queste cose (tranne forse i biscotti), perché il caffè e il cappuccino valgono bene una visita a tutte le ore. Se arrivate a Cagliari la mattina, o col treno, o col bus o col traghetto, sarete a pochi passi da qui o dal suo dirimpettaio, il City Bar, e siete sicuri che vi accoglieranno con un sorriso.

Volete farvi un’idea di Cagliari senza visitarla? Ne ritrovate l’essenza tra le pagine di Sergio Atzeni, da cui affiorano immagini, suoni, odori, sensazioni che solo chi ha vissuto intensamente questa città può evocare. Riconoscere i luoghi e i personaggi, o quello che dopo quindici anni ne rimane, sarà bellissimo e commovente.

Sergio, te ne sei andato troppo presto.

Annunci

Informazioni su Valerio Caddeu

Edonista, critico, fotografo dilettante, viaggiatore, artista fallito, sportivo incostante, cittadino del mondo con la Sardegna nel cuore.
Questa voce è stata pubblicata in Bar e Caffè, Letteratura e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...