Alla ricerca del caffè perfetto

Non esiste una regola generale. Un tempo pensavo fosse questione di marca, specie dopo che son stato per qualche mese a Trieste e ho scoperto il caffè Illy. Poi ho visto che in molti bar dove viene servito Illy il caffè poteva essere veramente cattivo, mentre altri marchi più anonimi, se serviti da una mano esperta, mi hanno riservato delle belle sorprese.

Il caffè perfetto è soprattutto una questione di esperienza: una buona macchina, la temperatura e la pressione ottimali, la scelta della giusta miscela e della macinatura, e soprattutto la mano del barista.

Non so oggi, ma fino a qualche anno fa le guide specializzate eleggevano quale miglior bar d’Italia Converso, a Bra (CN). Spinto dalle mie inclinazioni ci andai, e effettivamente il posto è incantevole e il servizio impeccabile. Sul caffè… beh, buono era buono, per carità, ma non da farne il migliore che avessi mai bevuto. Dico solo che il ricordo che mi ha lasciato quel caffè in quel baretto minuscolo in via Giulia, sulla salita per il quartiere San Giovanni, a Trieste, rimaneva imbattibile.

Annunci

Informazioni su Valerio Caddeu

Edonista, critico, fotografo dilettante, viaggiatore, artista fallito, sportivo incostante, cittadino del mondo con la Sardegna nel cuore.
Questa voce è stata pubblicata in Bar e Caffè e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...